Il signor Rossi i blitz li deve fare a casa sua

Quanto è accaduto ieri è grave. Senza preavviso Viale Italia è stato interrotto al traffico, sulla via Emilia traffico bloccato, perdite di tempo per gli automobilisti, strade diverse da dover prendere all’ultimo momento, appuntamenti ai quali si è potuto arrivare soltanto in ritardo, disagi improvvisi per i cittadini. Tutto questo perchè ? Il signor Rossi ha deciso di fare un salto al Parco Ferrari per f are qualche prova dell’impianto audio.
La cosa è ancora più grave perchè si è comportato come se il parco fosse ormai di sua proprietà entrando e uscendo in macchina con relativa scorta, con i vigili pronti a chiudere Viale Italia per creargli una corsia privilegiata, sempre con il silenzio assenso colpevole delle associazioni ambientaliste e la complicità aperta della giunta comunale.
Il signor Rossi può anche avere il diritto di recarsi presso il parco a visitare la pacchianata esagerata del palco e fare qualche prova, ma non ha nessun diritto di interferire nella libertà personale dei cittadini, bloccando le strade, soprattutto senza preavviso. Il parco Ferrari, le strade, la città non sono di proprietà di Muzzarelli e tanto meno del sig Rossi. Se ci sono limitazioni nel traffico urbano i cittadini devono essere avvisati per tempo per un motivo molto semplice, il loro tempo merita rispetto.