Continua il delirio

I giornaletti locali continuano in pieno delirio rock a parlare di un evento fortunatamente finito. Il PD locale, alla ricerca disperata di consenso cerca nel pensiero unico, nella omologazione delle emozioni, nei facili slogan che fanno sempre presa, nel conformismo dei comportamenti, è rimasto psicologicamente turbato dall’evento e propone una stele ricordo da collocare al Parco Ferrari.
Cito testualmente: “Un’idea da portare in Consiglio comunale: la proposta di una stele o un cartello celebrativi, da installare nella zona del palco, con scritto “Modena Park – Vasco Rossi 1/7/17”, o qualcosa del genere, per celebrare il più grande evento della storia del rock italiano. Un modo per tenere viva la memoria, stimolare pellegrinaggi di fan e non disperdere il valore delle sfide accettate e vinte”.

!/7!17 numeri da giocare al lotto.
Invece di dirci come e in quali tempi il Parco Ferrari sarà riqualificato, come e e in quali tempi sarà fatta finalmente manutenzione in tutti gli altri parchi, come e in quali tempi saranno ridotti alcuni disagi urbani che dopo l’esaltazione festaiola ritornano fuori in modo prepotente, questi fenomeni del PD ci vengono a proporre una stele a futura memoria ?
Voglio evitare di essere volgare, normalmente non lo sono.
C’è una frase che gira tra una parte dei cittadini, sui social, nei commenti.
“Poteva andare male, ma è andata bene …. quindi ha vinto la città, viva il sindaco”
Io la trovo culturalmente e politicamente devastante nel senso che non si scommette sulla pelle dei cittadini, non si scommette sulla città,
E’ da irresponsabili dire “Poteva andare male, è andata bene”
Vogliamo andare in fondo a dire, raccontare, descrivere come “è andata bene”
Forse scopriamo tante sorprese.