Modena un milione di metri quadrati di verde senza manutenzione

Pubblichiamo integralmente il comunicato stampa del Comune che informa sull’assegnazione di 300 mila euro per i prossimi due anni ad associazioni di volontari che dovrebbero fare manutenzione del verde pubblico cittadino. A parte la cifra inconsistente in considerazione delle esigenze, ancora una volta si tratta di finanziamento ad associazioni, polisportive comprese, che non hanno competenze specifiche e al di là della buona volontà di qualcuno non garantiscono di fatto nessuna manutenzione. La situazione di incuria e degrado del verde pubblico a Modena è sotto gli occhi di tutti. Ancora si continua a spendere male i soldi dei cittadini per finanziare dei votifici, fabbriche di consenso elettorale, non certo produttori di qualità sul piano della manutenzione del verde pubblico cittadino. 

CONFERMATE LE RISORSE PER I VOLONTARI DEL VERDE
Dal Comune oltre 300 mila euro all’anno, per i prossimi due anni, alle associazioni che curano oltre un milione di metri quadrati di verde pubblico cittadino
Già confermate, anche per i prossimi due anni, le risorse per i progetti per la manutenzione e la qualificazione di oltre un milione di metri quadrati di verde pubblico di cui, da decenni, si prendono cura i volontari di polisportive, gruppi di vicinato, comitati anziani e associazioni di solidarietà. Con l’avviso pubblico che si è chiuso nelle scorse settimane, il Comune di Modena ha infatti definito l’assegnazione delle singole aree verdi a 26 associazioni, con un contributo di 335 mila 800 euro all’anno fino al 2019.
Tra le attività a cui si dedicano i gruppi di volontari del verde ci sono la pulizia, la falciatura, la raccolta delle foglie, la potatura di siepi e arbusti, l’innaffiatura ma anche la vigilanza, la presenza durante le manifestazioni sportive e culturali fino ad attività di educazione ambientale.
“I volontari del verde svolgono un compito importantissimo – commenta l’assessore all’Ambiente Giulio Guerzoni – e noi, come Amministrazione, siamo molto orgogliosi del lavoro che fanno. La manutenzione del verde cittadino non può prescindere dalla loro attività, che prosegue da trent’anni, non solo per motivi economici ma anche perché spesso diventano un importante punto di riferimento per i frequentatori di parchi e giardini. È anche per questo – prosegue – che negli ultimi due anni la Giunta e il Consiglio hanno rafforzato il sostegno economico alle associazioni e aumentato i metri quadri di verde assegnati”.
Le associazioni che si prendono cura delle aree verdi sono i gruppi di volontari del verde di Torrenova, Parco Torrazzi, e Sant’Anna; le polisportive San Donnino, San Faustino, Quattro Ville, Forese nord, Cognentese e Gino Nasi; il circolo Arci San Pancrazio; le polivalenti Mulini nuovi, San Damaso e il Torrazzo-parco Santa Caterina; le Guardie ecologiche volontarie e le Guardie ecologiche di Legambiente; il gruppo cinofilo sportivo San Faustino; la Bocciofila Treolmese; l’Arci Lesignana; il circolo ricreativo Usl 16; il gruppo scout Modena 4; il comitato anziani e orti Crocetta; il circolo ricreativo-culturale di Cittanova e il circolo Narxis; il centro Auser; le associazioni Insieme per Ganaceto e D’Avia.