I politicanti sono dei mutanti

I politicanti sono dei mutanti, il titolo non è mio ma è preso in prestito da un commento su un post nelle pagine Facebook.
Si è svolta la riunione dei comitati e dei cittadini mobilitati sui temi dell’urbanistica, della salute e dell’ambiente. 250 persone di cui una 30 a vari livelli appartenenti ai partiti, consiglieri comunali, infiltrati vari. Poco male. E’ normale che appena si muove qualcosa e i cittadini osano mobilitarsi e riunirsi i politicanti abbiano un sussulto e corrano a vedere che cosa succede.
Ho già pubblicato un post sulla pagina FB di Cambiamo Modena. Riprendo qui i concetti fondamentali.
I politici, i partiti, i rappresentanti del governo andato a male devono stare fuori dalle riunioni dei cittadini, devono essere lasciati fuori, devono sentirsi a disagio, fuori luogo, infiltrati in libere assemblee di liberi cittadini.
Nei commenti che ho letto  qualcuno già parla di dare uno sbocco politico alla protesta dei cittadini. Cosa significa “sbocco politico” ?
Questo allungare di mani mi spaventa molto di più dell’arroganza di Muzzarelli. I cittadini devono fare la loro strada produrre dei contenuti indirizzati ad altri cittadini. Lasciamo “lo sbocco politico” ai politici.
E’ una trappola che deve essere svelata e disinnescata prima che faccia dei danni.
Più i politicanti vecchi e nuovi saranno tenuti alla larga e più i cittadini potranno avere qualche possibilità di conquistare dei risultati. Ho già letto dei commenti che fanno capire quanta voglia ci sia di mettere le mani sulla protesta per indirizzarla verso il nulla degli “sbocchi politici”
I politicanti a volte si trasformano in ambulanti e vanno di persona, fanno finta di mettersi in discussione e in queste occasioni si sentono tanto democratici che si commuovono da soli.
Altri che sono frustrati dal fatto che pur partendo da lontano sono arrivati al PD, un’esperienza politica tragica, non vedono l’ora di allungare le mani su qualsiasi cosa si muova, per indirizzare con la scusa di dare il loro contributo, caparbiamente in direzione del trapassato.
In alcuni comitati qualche infiltrato malettiano c’è già, qualche sopravvissuto dal grande bluff di Modena Attiva, qualche mediocre che si attacca sempre al rimorchio di qualcun’altro. Nulla di nuovo.
L’unica novità è che oggi i cittadini hanno la possibilità di utilizzare strumenti e risorse per fare a meno dei politicanti, quelli attuali e quelli messi da parte dallo stesso sistema di potere, quelli vecchi e quelli nuovi.
Oggi, bisogna affermarlo non servono più. I cittadini possono e devono imparare a fare da soli. I suggeritori di strategie, quelli che sussurrano lo “sbocco politico” non sono più utili e i cittadini possono avere tutta la forza necessaria per fare senza. E’ questo che spaventa e che può essere vincente, far sentire inutile il politicante mutante. Facciamo rincorrere fino a quando gli viene il fiatone e non ce la fa più.