Sblocca Modena ? Blocca Modena ? Sicuramente zero verde !

Sblocca Modena e zero verde
Le non-scelte urbanistiche della Giunta Muzzarelli presentano il conto ai cittadini modenesi, ma l’Amministrazione vuole procedere con la stessa logica anche in via Nonantolana: il famoso “saldo zero”, sta diventando zero verde. Per il bene di Modena occorre un vero confronto con i cittadini e non solo la ricerca di un bel titolo sul giornale
Il famoso sblocca Modena tanto voluto da Muzzarelli sta dando i suoi frutti mostrando tutta l’incapacità di gestione urbanistica della città che più volte il MoVimento 5 Stelle Modena ha denunciato. Un esempio è rappresentato a Modena ovest dalla via Emilia intasata e con dichiarazioni da parte dell’assessore relative alla ricerca di soluzioni urbanistiche dell’ultimo minuto. Ecco qual è la capacità del nostro Sindaco di cambiare Modena: nessuna strategia, nessun passo verso la creazione di uno standard urbanistico consolidato ma solamente la rincorsa alle risorse finanziarie che i singoli privati mettono a disposizione. Nessun tentativo (e dunque nessun interesse) ad attuare modifiche evolutive della macchina comunale. Risultato: Modena si sta riempiendo di luoghi commerciali che a detta di Muzzarelli portano lavoro. Il saldo totale del lavoro aggiunto da queste iniziative si saprà solo tra alcuni anni quando dovremo purtroppo considerare anche quanti luoghi commerciali ad oggi esistenti sono stati costretti a chiudere a causa di tale logica – che accomuna PD e Forza Italia – di competizione commerciale, destinata a far vincere il più forte. Intanto per non farci mancare nulla nemmeno per il 2018, sulla Nonantolana incrocio strada Albareto si sta sviluppando un’altra situazione simile. Un nuovo centro commerciale di 900 mq ha richiesto il permesso di costruire al posto della vecchia officina meccanica, il tutto senza una corretta valutazione dell’impatto del traffico automobilistico. L’unica reale variazione proposta nel  progetto è quella di andare a occupare con dei posti auto anche il piccolo fazzoletto di verde che esiste tra via Cervetti e strada Albareto (il famoso “saldo zero”, cioè zero verde). Quell’incrocio tra via Nonantolana, strada Albareto e Ciro Menotti è molto trafficato da sempre, ma nonostante questo la nostra amministrazione ha deciso di concedere un permesso sostenendo che è tutto regolare. Non è stata pensata nessuna variazione: una rotonda oppure un incrocio diversificato, oppure la creazione di sensi unici di ingresso e uscita dal parcheggio. Quale sarà dunque il prevedibile risultato? Un appesantimento della situazione e del carico di traffico, esattamente come in via Emilia Ovest. La grande capacità di “sblocco” dell’amministrazione Muzzarelli è quella di dare permessi tralasciando bellamente l’impatto sulla città delle loro scelte; questa è la Modena che non vogliamo, siamo stanchi di un’amministrazione che il bene della città lo valuta solamente in base agli affari economici che possono garantire un buon titolo di giornale. Sinceramente non vediamo nessun miglioramento tangibile per il futuro di Modena, e per questo ci auguriamo che il 2018 riesca – come è avvenuto nel 2017 – a far nascere un movimento cittadino in grado di bloccare queste dannose situazioni e che costringa la maggioranza a confronti seri e proficui sulla città e con la città.
Modena in MOvimento