Menu

Content marketing

12 Luglio 2017 - marketing
Content marketing

Miglioramento della brand reputation

Quando le persone entrano in contatto con i contenuti proposti dalla tua azienda, si attiva subito una reazione soggettiva nella mente del consumatore che prende il nome di customer experience. La presenza di contenuti di qualità potrà aiutare le persone a generare una connessione con il tuo brand, producendo fin da subito una customer experience positiva. Infatti, se i consumatori riterranno i contenuti come credibili, interessanti o utili, il livello di affidabilità del tuo brand aumenterà e lo percepiranno come importante. Inoltre, se i contenuti diventassero poi condivisibili e virali, l’azienda ne guadagnerebbe sicuramente in termini di fiducia e attendibilità.

Diminuzione dei costi di marketing

Il content marketing è una strategia di lungo periodo, ma in termini di budget ha un livello di impiego di risorse monetarie molto minori rispetto a qualsiasi altra strategia di marketing. Ciò che il content marketing assorbe è il tempo e la dedizione per la creazione di contenuti preziosi che possano fornire un contributo utile ai clienti target. A causa della natura di lungo periodo dell’investimento, è possibile che non si vedano immediatamente risultati positivi in termini di rendimento, ma continuando con la creazione di contenuti interessanti i risultati arriveranno. HubSpot.com, impresa fornitore di strumenti di web marketing, scoprì che nel 2015 il content marketing ha generato il triplo di lead rispetto alle strategie di marketing tradizionale, costando però il 62% in meno.

Maggiore visibilità nei motori di ricerca grazie al SEO

Per migliorare la propria posizione sui motori di ricerca esistono due modi: il primo è quello di pagare il provider per ottenere un Ranking più alto. Questi siti verranno visualizzati come annunci principali e quindi più soggetti a visibilità e reputation, ma effettivamente non vi sarà un miglioramento nel Ranking, poiché ci si troverà on top tra gli annunci invece che tra i risultati organici. Infatti, una volta disattivato Google AdWords, si ritornerà alle posizioni organiche nella SERP. Una seconda opzione è quella di adattare i contenuti di un sito web ai termini di ricerca. Questo processo è definito come Search Engine Optimization (SEO). La SEO comprende una serie di misure per raggiungere la migliore posizione possibile nella classifica dei motori di ricerca in modo tale che gli utenti che scrivono la query in linea con il brand atterrino sulla pagina. Tuttavia questo obiettivo è raggiungibile solo creando contenuti di qualità che siano in linea con lo schema dei motori di ricerca. Gli elementi che giocano un ruolo importante a livello SEO sono le keyword e i tags, possibilmente quelli che i potenziali clienti cercano più frequentemente, ma potrebbe non bastare se non si è creato un contenuto condivisibile e interessante per una determinata community.

 

Maggior traffico sui canali social

Si può dire che il content marketing e i social media sono due strumenti complementari, che usati in modo corretto possono portare notevoli benefici al proprio business. Pubblicare contenuti sul sito e successivamente condividerli sui canali social per promuoverli, dopo di che risciacquare e ripetere. In questo modo i tuoi contenuti saranno soggetti a una maggiore esposizione, e se saranno effettivamente di qualità, potranno godere di un gran numero di condivisioni, aumentando i follower e creando così una più ampia cerchia di potenziali clienti. Inoltre, attraverso la redazione di un piano editoriale e monitorando i risultati dei post, potrai capire cosa realmente interessa alla tua audience, permettendoti di determinare con più precisione cosa condividere su ogni piattaforma social.

 

 

Quattro grandi benefici del Content Marketing per le imprese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *